domenica 30 dicembre 2012

sbiaditi, pieni di nebulose.

Partono con una melodia, una canzone. Possono arrivare attraverso gli odori, i rumori, le luci, le immagini.
A volte saltano come grilli nei campi e non hanno logiche, nè connessioni.
Ci sono dei momenti in cui fanno male. Ci sono istanti in cui fanno sorridere però, producono nostalgie di nebulose.
I Ricordi.
Se ne sono dette di cose su di loro! Troppe cose! Eppure non si è mai detto abbastanza . . .
Sui ricordi ci sono le nuvole. Quindi, i ricordi, sono come il cielo.
















LiLLy V.

mercoledì 26 dicembre 2012

Chick Habit (in TRIP!)




Viaggio irreale nella realtà. Viaggio reale nell'irrealtà.

Regia di LiLLy V.
















LiLLy V.

Bon Voyage

Una quotidianità nell'ottica caotica dell'irrealismo.
Un video semplice che non racconta, che descrive una visione interiore irreale con ironia.









Regia di Alberto Valentino & LiLLy V.
Colonna Sonora : "Bon Voyage" live, Yann Tiersen




LiLLy V.

lunedì 24 dicembre 2012

backstage videoclip




Questo video è stato realizzato grazie al divertimento di tre amiche.
Eravamo piene di creatività e di voglia di esprimerci, di farlo insieme, di parlare di arte, di farlo in un contesto incontaminato e che ci fosse vicino a livello affettivo, un posto immerso nel verde in Calabria, la nostra terra!
Abbiamo unito le nostre "forze artistiche" e ci siamo divertite tantissimo come tre bambine!
Alessia si è occupata dell'aspetto tecnico, ha fatto da assistente ed ha fatto da cameragirl.
Alessandra si è occupata della fotografia con sua esperienza, la professionalità, la sua passione.
Io ho messo la lillytudine che, chi mi conosce, sa cos'è e che, presto, quando pubblicheremo il lavoro completo, si vedrà meglio.
Nell'attesa ho messo insieme un pò di riprese selezionandole. Le ho montate, tagliate, modificate, assemblate. La colonna sonora è dei Seapony, "Where we go".


LiLLy 



FACES







photo by David Poggialini









LiLLy V.

giovedì 20 dicembre 2012

evoluzioni irrealistiche


C'è un momento in cui la mente decide di assemblare. Poi, pochi istanti dopo: l'azione.
Mai farsi sfuggire l'Ispirazione.


Nell'irrealismo, la cosa importante non è l'oggetto, nè tanto meno la riuscita di qualcosa di estremamente simile alla realtà. L'irrealismo aspira a sformare la forma, non a deformarla.
Vuole darle un significato visivo, uditivo, tattile, gustativo, olfattivo irreale; dove per irreale si intende qualcosa di distante dalla capacità tecnologica di riprodurre la realtà quasi fosse uno specchio riflesso.
Dove l'artista non copia ciò che vede fuori, ma riproduce ciò che ha dentro dopo aver guardato.


L'irrealismo non è surreale. Non lo è poichè annienta il concetto di realtà e non ci costruisce sopra.








LiLLy V.






mercoledì 19 dicembre 2012

L'Imperfezionismo irreale, ovvero L'Irrealismo.






In un momento in cui la bellezza è confusa con l'anoressia, col botulino, con l'assenza di rughe, con l'eterna giovinezza fatta di plastiche di plastica.
In un momento in cui si aspira alla massificazione in ogni sua sfumatura.
In un contesto in cui l'originalità è confusa con l'essere alternativi, quando essere alternativi significa solo precedere di un anno la moda . . . e così via.
In questo marasma di tecnologie che perfezionano, ritoccano per perfezionare, sradicano le immagini distruggendo le proprie visioni interiori, io, ho bisogno di imperfezioni! E' la realtà ad essere ambita attraverso la perfezione? Si cerca una realtà fatta di perfezione e finzione e falsità?
Voglio brufoli, pori dilatati, cellulite, rotolini di grasso; il che oggi è irreale! Voglio immagini alterate e piene di sbavature di colore che significhino qualcosa e che abbiano un lavoro tecnico alle spalle! Voglio luci esplosive che offuschino ciò che possono vedere gli occhi nella realtà!
Voglio che ogni forma d'arte possa essere imperfetta ed irreale e solo nell'animo umano può risiedere un simile concetto irripetibile da qualunque computer, macchinario, fotocamera.
Voglio smontare la forma e darle una forma che c'è solo nella mia mente.
Voglio che prevalga la fantasia e che "il Verga frainteso" finisca per dissolversi. Cerco imperfezioni da rendere ancora più imperfette. Voglio cieli di prati che abbiano fiori che sbocciano di notte al posto delle stelle!
Cerco sogni da concretizzare nell'irrealtà. Cose mai viste ad occhio nudo. Cose che possiamo solo immaginare ed imperfezionare irrealmente. Termini nuovi e kalofonici per l'irrealtà!
Alberi gialli e prati azzurri in cui credere. Fuoco che si beve freddo! Sovvertire il sistema della creatività assaporandone il gusto irreale e perfettamente imperfetto. Ora.
Voglio che la mia anima sia imperfettamente irreale da sembrare una scia di gas colorato che se cade fa rumore e spacca il pavimento di marmo d'acqua.



LiLLy V.

angel of pomegranate












Che tutto
possa essere perfetto
io,
irrealista,
lo so.
Può perfezionarsi
sempre
di più.
Tecnologie & mezzi di perfezione:
caduta delle irreali visioni interiori.
Smontare,
distruggere,
ricreare,
modellare,
vivisezionare
i colori,
le immagini,
le proprie visioni!!!
Togliere forma
alla forma
per salvarsi
da questo tempo
senza poesia,
senza anima,
senza pulsioni,
senza emozioni,
senza tecniche artistiche originali!!!
Solo perfezioni:
gelide e senza me.




LiLLy V.

martedì 18 dicembre 2012

Cosenza Mia a Natale.










Teatro Rendano



Alessia Sopra.


Alessia Sotto.






Piazza Prefettura, Cosenza a Natale.




Centro storico di Cosenza, Chiesa di San Francesco di Paola.







LiLLy