domenica 3 febbraio 2013

dei fiori dei colori dell'arcobaleno.








DOPO LA PIOGGIA NEL CIELO SERENO 
SETTE CASCATE FA L’ARCOBALENO: 
ROSSO DI GUANCE DI ROSSI FOLLETTI, 
ARANCIO DI SOLE NEGLI OCCHI STRETTI, 
GIALLO DI LUCE DEL MEZZOGIORNO, 
VERDE TAPPETO CHE BRULICA INTORNO, 
AZZURRO DEL CIELO CON CIELO SOPRA, 
INDACO IL BUIO CHE TUTTO RICOPRA, 
VIOLETTO ODORE DI VENTO VECCHIO. 
CHE COLORE RIMANE NEL SECCHIO?

Bruno Tognolini














C’ERA UNA VOLTA UN PAESE LONTANO 
DOVE I COLORI SI DAVAN LA MANO. 
TRA TUTTI IL ROSSO ERA IL PIU’ PICCOLINO 
E L’ARANCIONE GLI STAVA VICINO. 
RIDEVA FORTE IL GIALLO BRILLANTE 
E IL VERDE LI’ ACCANTO PARLAVA ALLE PIANTE. 
ALTI NEL CIELO L’AZZURRO ED IL BLU 
GUARDAVAN LA TERRA E STAVAN LASSU’. 
PIU’ GRANDE E PIU’ SCURO DEGLI ALTRI ERA IL VIOLA, 
MA I SETTE SEMBRAVANO UNA COSA SOLA 
E CHI LI VEDEVA NEL CIELO SERENO 
DICEVA: “GUARDATE, C’E’ L’ARCOBALENO!”

Elio Giacone






voglio trovare il posto nascosto da cui spunta l'arcobaleno!
voglio sporcarmi di arcobaleno!



per inventare piccoli arcobaleni sul muro e sulle cose . . .






Quanti fiori colorati
nei giardini, in mezzo ai prati!
Fiordaliso è tutto blu,

io gli parlo a tu per tu.

C’è la rosa tutta gialla,
ci si posa una farfalla
e la stella vellutata
stella alpina vien chiamata.
E la fucsia come è bella!
Ci va su la coccinella.
Fior d’arancio profumati
sembran quasi un po’ fatati.
E le primule gialline
sembran tante sorelline.
Spumeggiante è la mimosa
che fa fiori e fiori a iosa.
Tulipano è tutto bianco,
di guardarlo non mi stanco.
Campanella è di un azzurro
che fa dire in un sussurro:
“certo quest’arcobaleno
porta al mondo un po’ il sereno.
Dalla mano di un pittore
sembra uscito ogni bel fiore!”


Gabriella Poggi






LiLLy V.







Nessun commento:

Posta un commento